Redazione

Redazione

URL del sito web:

Gli auguri di Natale del Vescovo di Tivoli

Dal Natale una umanità rinnovata

 

Carissimi,

                  anche quest’anno siamo giunti alla grande festa del Natale.

Occorrerebbe farci gli auguri ma vi confesso che non è facile. In tempi come quelli che viviamo: pieni di guerre, atti feroci di terrorismo, di economia fallimentare, di violenza, di rifiuto di chi viene da lontano o è diverso da noi, di politica corrotta, di famiglie disgregate, di figli senza padre, di disoccupazione giovanile e di perdita di lavoro da parte di persone che - già con famiglia ed un mutuo sulle spalle da pagare – si trovano improvvisamente senza alcuna fonte di sostentamento, di poveri che sono sempre più poveri… dirci Buon Natale è difficile.

Qualcuno potrebbe chiedermi: e cosa vorrebbe dire per me Buon Natale quando vivo in queste situazioni?

La mia risposta è che se viviamo in queste situazioni di ingiustizia sociale e relazionale, forse è proprio perché per tanti anni ci siamo detti Buon Natale ma senza comprenderne e viverne il senso.

Ci siamo fermati agli apparati esterni di questa festa che, più il mondo è povero e più si illumina – forse per dimenticare… -. Abbiamo benedetto bambinelli, posati nei presepi delle nostre case, ma non abbiamo posto il Bambino Gesù nel nostro cuore, non lo abbiamo fatto entrare nella nostra vita. Anche in noi, nonostante tutto, non ha trovato posto nell’albergo.

Il mio augurio, dunque, pur sapendo che l’uomo è e rimarrà sempre una miscela di bontà e cattiveria, di grazia e di peccato, è che lasciamo veramente tanto spazio nei nostri cuori e nelle nostre vite a Dio. A Dio che ci ha creati liberi, che ci ha amati nonostante quel cattivo uso della libertà che ci pone contro di Lui o che ci porta spesso a vivere come se Lui non esistesse. A Dio, che nonostante il nostro peccato, in Gesù ha assunto la nostra umanità e ha immesso un pezzetto di vita redenta, buona, destinata all’eternità nella nostra umanità rendendola così capace – se vogliamo - di amare e perdonare come Lui e con Lui. Amare e perdonare in questo nostro povero mondo freddo e buio come la stalla di Betlemme prima che giungesse il Figlio di Dio, fosse illuminata dagli Angeli, dal calore famigliare di Maria e Giuseppe, dalla Cometa… e così divenisse meta di pastori e di sapienti magi desiderosi di incontrarsi con Colui che ha preso l’iniziativa di venirci incontro per riempirci di amore e così renderci capaci di amare.

Cari amici che mi leggete, il mio augurio natalizio sia dunque quello di aprire i vostri cuori realmente a Dio che in Gesù ci insegna l’arte di amare fino a dare la vita per gli altri. Ci insegna la vera umiltà e nella piccolezza ci riempie della grandezza del Suo amore da Dio!

Se apriremo i cuori a Lui ascoltando la sua Parola, ricominciando o cminciando a pregarLo con parole semplici e piccoli gesti famigliari, se ci accosteremo ai sacramenti non perché perfetti ma perché bisognosi del Suo perdono e della Sua Misericordia, allora saremo invasi d’Amore e pieni di Amore ameremo. Cambieranno così i nostri giorni – a partire dal giorno di Natale nel quale spesso, ritrovandoci in famiglia, si inizia il pranzo in armonia per terminare il 25 con qualche ruggine e la speranza che venga presto Santo Stefano…- ma anche gli altri giorni dell’anno che chiedono a tutti che sia Natale, che facciamo Natale, che ci lasciamo amare da Dio che assume la nostra carne mortale per riamare tutti nel Suo nome e con il Suo aiuto dal 25 dicembre al 24 dicembre dell’anno successivo.

E’ possibile, allora, nonostante tutto augurarci Buon Natale. In fondo Gesù, entrando nella storia, aveva messo in conto tutto. A noi tenere in conto Lui, a noi fargli spazio per essere amati, amare, costruire una nuova civiltà: la civiltà dell’Amore.

Buon Natale 2016, dunque. E che Dio vi benedica!

 

                                                                        + Mauro Parmeggiani

                                                                             Vescovo di Tivoli 

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi l'uso.