Notizie della Diocesi di Tivoli (Roma) - Articoli filtrati per data: Giugno 2018

Miserpark: la Misericordia scende in campo. Tre giorni di festa e dimostrazioni a Villa Adriana

La Misericordia di Villa Adriana  mette in campo tutte le sue forze nei giorni 29/30 e 1 luglio al Parco di Malala per una tre giorni di attività dimostrative/addestrative nei settori di  addestramento al Soccorso, Protezione Civile e BLS-D (Basic life support – defribillation, manovre da compiere per intervenire in caso di arresto cardiaco). Saranno presenti i formatori nazionali della Misericordia di Villa Adriana ad illustrare le varie tecniche di esecuzione della varie manovre di intervento sanitari e l’utilizzo delle attrezzature di Protezione Civile. Verranno allestite aree di settore dove, durante la tre giorni, verranno svolte, ad orari prestabiliti, della attività dimostrative dove la gente potrò acquisire padronanza di tecniche di salvamento, provare su manichini preposti la defibrillazione precoce, e conoscere le i protocolli operativi di una squadra di Protezione civile.

Domenica 1 Luglio dalle ore 8.30 alcuni medici, del centro Igea Medica, forniranno prestazioni gratuite alla popolazione.
A tutto questo si aggiungeranno stand gastronomici dove i volontari prepareranno succulenti piatti da gustare durante tutta la tre giorni, mentre le tre serate  saranno caratterizzate da spettacoli musicali e attori di cabaret che renderanno piacevole la permanenza al parco anche nelle ore serali.
Insomna 3 giorni da “frequentare”!

Leggi tutto...

Giornata della Carità del Papa: il messaggio del Vescovo di Tivoli

Carissimi,

domenica 24 giugno 2018, in prossimità della Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, in tutte le Chiese che sono in Italia sarà celebrata la Giornata per la Carità del Papa.

In tutte le chiese, santuari, rettorie e cappellanie della Diocesi durante le Sante Messe del sabato 23 pomeriggio e del 24 giugno sarà raccolto il cosiddetto Obolo di San Pietro che sarà devoluto al Vescovo di Roma, il Papa, affinchè Egli possa soccorrere le varie forme di povertà che attraversano le città dell’uomo.

Papa Francesco sempre ci richiama all’attenzione ai poveri, ai fratelli e alle sorelle “scartati” dalla società e sempre ci chiede di essere solidali con loro dandoci per primo l’esempio.

In questa sua attenzione non vogliamo lasciarlo solo. Desideriamo rafforzare l’impegno di condivisione, che attraversa tutta la Chiesa, nel suo farsi prossima ad ogni uomo.

Proprio in questa prospettiva assume un particolare significato l’Obolo di San Pietro, segno concreto della sollecitudine del Vescovo di Roma a fronte di molteplici forme di povertà. La fedeltà al Successore di Pietro da parte nostra si manifesta anche nel condividere e sostenere economicamente le attività del suo ministero di pastore della Chiesa universale.

Con questo spirito vi invito pertanto a prender parte attivamente e generosamente alla colletta per la Carità del Papa di cui beneficiano anche tanti nostri fedeli attraverso l’aiuto della Elemosineria Apostolica di Sua Santità.

Grato fin d’ora per quanto farete, invito tutti a consegnare le offerte o direttamente in Parrocchia (i Parroci si faranno carico di consegnare la colletta all’Ufficio Economato) o direttamente presso l’Ufficio Economato della Diocesi (Piazza S.Anna, 2 – 00019 Tivoli), ricordando ai sacerdoti che tale Colletta è una delle Collette obbligatorie in tutte le chiese d’Italia.

Nello stesso giorno e anche venerdì 29 giugno, Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, invito tutti a pregare e a far pregare per il nostro Papa Francesco e per il suo ministero.

Con viva cordialità

+ Mauro Parmeggiani

Vescovo di Tivoli

Leggi tutto...

Caritas Tivoli: i nuovi annunci di lavoro raccolti sul web

Queste offerte di lavoro sono estratte dagli operatori della Caritas Diocesana di Tivoli, quotidianamente, da vari sitiinternet e portali del lavoro che si occupano dell’argomento. La fonte è citata regolarmente e non ci sono strumenti per accertare la veridicità di quanto pubblicato. Pertanto, alla luce di quanto sopra, non si può essere responsabili dell’eventuale inattendibilità dell’offerta.

BADANTE: Cerco badante per mia madre di anni 94, h. 24 zona Ferentino Fr, non ha pannolone, capisce
tutto ma cammina con il bastone, si offre contratto dopo un mese di prova.Contatto 3473560945.
(subito.it)


BADANTE: La Global Family Services Soc. Coop. cerca Badanti per servizio H24 in convivenza presso
abitazioni a Roma e provincia. Mansioni: cura e igiene del paziente, riassetto del nucleo abitativo, cucina e
ottimo italiano. Si richiede esperienza e documenti in regola. Possibilità di lavoro nell'immediato.Contatto
3406650557. (subito.it)


BADANTE: Badante donna fissa cerco per mia madre con demenza senile, prossima uscita dall'ospedale
offro 800 euro e vitto e dormire, senza contratto per il periodo di prova poi si vedrà, uscita per esigenze di
famiglia solo la domenica esclusi perditempo grazie. Contatto 3338816715 oppure 3290947814. (subito.it)


BADANTE: Cercasi assistente personale per aiuto a signora su sedia a rotelle riguardo igiene, vestizione,
sollevamento dalla carrozzina, cucinare e pulizie domestiche. Il lavoro è tre/quattro giorni settimanali - dal
lunedì al giovedì - con convivenza, si richiede anche disponibilità per brevi viaggi durante le vacanze. Si
richiede documenti in regola, OTTIMA conoscenza lingua italiana, saper cucinare. Contratto in regola.
Inviare REFERENZE, foto con curriculum.Contatto 3200371748. (subito.it)


BADANTE: Si cerca badante donna per signora. Si richiede disponibilità H24. Prego comunicare se
Automuniti o in possesso di patente valida. Cortesemente chiamare dopo le 19.00 oppure inviare mail con
generalità e numero di telefono per essere richiamati.Contatto 3899896645. (subito.it) 


BADANTE: collaboratrice domestica e badante esperta abitante in Roma città 25-35 anni max per lavoro
con ragazzo disabile di 21 anni sabato domenica liberi 36 ore settimanali contratto contributi tredicesima
ferie zona Staz. San Pietro E 850 al mese. Contatto 3281681339. (portaportese.it)


BADANTE: per assistenza a donna di 90 anni Roma zona Flaminio di eta' circa dai 40 ai 50 anni orario
diurno con esperienza e referenze inviare mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (portaportese.it)


BADANTE: per donna 89enne autosufficente zona Colleferro (RM) offresi vitto + alloggio + retribuzione di
E 400 preferibilmente donna italana dai 50 anni in su chiamare solo interessate ore pomeridiane. Contatto
3935441996. (portaportese.it)


BADANTE: cercasi per signora anziana parzialmente autosufficiente dal 1 agosto zona Mentana e limitrofe.
Contatto 3938951985. (portaportese.it)


BADANTE: max 40enne cercasi vicino zona Balduina per signora anziana 86 anni massima serietà no
perditempo. Contatto 3394812168. (portaportese.it)


PULIZIE: Cerchiamo ragazze per pulizie appartamenti turistici a Roma (zone centrali).E' richiesta serietà,
esperienza pregressa, rapidità, accuratezza nella pulizia e flessibilità nei giorni. Si offre regolare busta paga,
stipendio 1.300 fisso piu provvigioni.Contatto 3473303773. (subito.it)

PULIZIE: Cerco ragazzo per pulizie appartamenti turistici a Roma (zone centrali).
E' richiesta serietà, possesso patente A o B per la guida motorino 125cc, esperienza pregressa, rapidità,
accuratezza nella pulizia e flessibilità nei giorni. Si offre 1.300 fisso piu provvigioni.Astenersi perditempo o
senza requisiti.Contatto 3473303773. (subito.it)


PULIZIE: Cercasi addetti per pulizie case vacanze in zona roma centro, è fondamentale avere lo scooter.
L'orario indicativo di lavoro è dalle 10 alle 15, Giorno di riposo su turni. Contatto 3387755763. (subito.it)


PULIZIE: Azienda leader nel settore delle pulizie seleziona personale automunito per lavoro in zona Roma
Centro dal Lunedi al Venerdì con esperienza, orario mattutino. Si richiede residenza nelle vicinanze.
Contatto 0620430000. (subito.it)


PULIZIE: Tavola calda cerca ragazza seria come lavapiatti e pulizie noperditempo che abbia già lavorato
nella ristorazione. Contatto 3332588825. (subito.it)


PULIZIE: Cerchiamo personale per le pulizie con esperienza certificata in ambito alberghiero. Lavoro full
time o part time. prenderemo in considerazione solo i curriculum con foto ed esperienza alberghiera inviati
a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (subito.it)


PULIZIE: e Pulizie ricerco per Il Mio Ufficio e la Mia abitazione privata inviare curriculum con foto alla Mail
grazie Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (portaportese.it)


PULIZIE: cerca personale per pulizie uffici e condomini astenersi perditempo inviare curriculum a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (portaportese.it)


PULIZIE: Pulizie in bed and breakfast cerchiamo collaboratori con esperienza e che parlino inglese siamo in
zona Metro Ottaviano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (portaportese.it)

COLF: Cerchiamo una collaboratrice domestica fissa con vitto e alloggio presso la nostra abitazione a Roma
centro (zona metro Barberini). La persona dovrebbe avere referenze di lavoro controllabili (come
domestica, NON BADANTE ), saper cucinare , stirare , presenti anche 2 bambini di 10 e 13 anni. Solo con
regolare permesso di soggiorno. Contatto 3495228224. (subito.it)


COLF: famiglia di medici con due figli di 14 e 16 anni cerca filippina referenziata per lavoro a tempo pieno
comprensivo di vitto e alloggio in villa in citta' di mare in provincia di Latina sabato pomeriggio e domenica
liberi. Contatto 3339611145. (portaportese.it)


CAMERIERA AI PIANI: Stiamo cercando una cameriera ai piani per un affittacamere a Piazza Navona, seria
,disponibile e con esperienza nel settore per 6 ore al giorno, per 3 giorni a settimana.
Mandare curriculum a : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (subito.it)

Leggi tutto...

L'Omelia del Vescovo in occasione della Solennità del Corpo e Sangue del Signore

Tivoli, Basilica Cattedrale di San Lorenzo Martire, Domenica 3 giugno 2018

 

La celebrazione di quest’oggi è in continuità con quella del Giovedì Santo quando, tutta la Chiesa, celebra l’istituzione dell’Eucaristia.

Quest’oggi l’Eucaristia: i segni del pane e del vino che Gesù trasforma profeticamente nel suo corpo e sangue donati, segni pienamente realizzati nel Mistero della Sua Pasqua di morte e risurrezione, vengono portati in processione per le strade affinché a tutti giunga l’invito ad aderire con il cuore a quel Dio che per amore dice: “prendete” il mio corpo e il mio sangue, mangiate, bevete … il mio corpo e il mio sangue … che dono, spargo per voi e nonostante voi per voi e per tutti perché vi amo, perché desidero pormi in relazione permanente con voi.

E se il corpo e sangue donati sono non soltanto per essere adorati ma anche per essere mangiati affinché la vita e l’amore di Dio diventino mia vita, nostra vita in relazione di amore con Lui; oggi, con la processione eucaristica che seguirà alla Santa Messa, noi vogliamo mostrare il segno della presenza reale di Colui che per amore ha donato il suo corpo e il suo sangue affinché tutti, guardando al sacramento dell’amore, si sentano attratti dall’amore e seguano, come nella processione della vita, Colui che ha dato se stesso per noi.

Ci ha dato se stesso per fare cosa? Potremmo chiederci?

Innanzitutto per ristabilire l’alleanza che l’uomo con il suo peccato aveva infranto e infrange con Dio.

Il racconto della Cena così come ci è stato narrato dall’evangelista Marco si colloca tra due tradimenti: quello di Giuda – prima della istituzione dell’Eucaristia – e quello di Pietro che tradirà Gesù durante il suo processo.

I tradimenti, i peccati di Giuda e di Pietro sono i nostri peccati, peccati che conducono alla morte se non ci lasciamo salvare da Chi ci perdona non a parole ma dando la vita per noi.

Ebbene, Gesù prende la sua vita e nei segni del pane e del vino la dona per noi.

Nell’Eucaristia – ove è racchiuso il Mistero della sua Pasqua – Gesù ci da se stesso affinché siamo perdonati dai peccati, siamo destinati alla vita eterna che ci dona: “prendete … mangiate … bevete …” ma soprattutto perché – come scrive San Leone Magno – noi veniamo trasformati in quello che riceviamo. “La nostra partecipazione al corpo e sangue di Cristo non tende ad altro che a trasformarci in quello che riceviamo”.

Nel Vangelo di Marco Gesù chiede ai discepoli di andargli a preparare la Pasqua. Vanno ma trovano già tutto pronto. Andare a preparare per mangiare la Pasqua era andare a preparare la cena per mangiare l’agnello che ricordava la liberazione dalla schiavitù del popolo di Israele dall’Egitto. Vanno e trovano già tutto pronto, proprio come voleva il Maestro. E trovano anche l’agnello pronto per essere immolato. Un Agnello che è Gesù stesso che si dona nella Cena per poi immolarsi sulla Croce e per assicurare a noi la vita eterna, che si fa mangiare anche oggi con il Suo Corpo e Sangue, anima e divinità nell’Eucaristia e ci conduce al “piano superiore”, la comunione eterna e perfetta con Dio che è la nostra meta ma anche in quel piano superiore che è un piano diverso di rapporti tra noi e con i nostri fratelli e sorelle in umanità.

Se mangiamo il corpo dato di Gesù e beviamo il sangue versato di Gesù noi accogliamo ciò che Lui ci dà, ci vuol dare con quel “prendete!”

Ma c’è di più. Non ci dà se stesso solo per assicurarci la sua compagnia nel viaggio della vita; non ci dà se stesso soltanto per assicurarci la vita eterna ma anche per darci se stesso come uno sposo che si dona alla sua sposa. Si dà a noi affinché come gli sposi del Cantico dei Cantici sperimentiamo dono, giubilo, intensità e tenerezza, fecondità e fedeltà. Dio infatti è padre che ci ama, ci dona la vita, vuole che cresciamo. Ed è anche madre che nutre di sé, del suo corpo, i suoi figli. Ed è anche sposo, amore libero che cerca corrispondenza, che ci fa suoi partner simili a Lui.

Mangiare questo corpo e bere questo sangue, mangiare questa Pasqua significa allora divenire una sola cosa con Dio. Dio diventa parte di me e io divento parte di Dio. E dato che Cristo si è identificato con i fratelli più piccoli – “Qualsiasi cosa avete fatto a uno di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatta a me” (Mt 25,40) – potremmo dire che anche l’umanità è la carne di Cristo, è il corpo di Cristo inseparabile da quel corpo che è sull’altare.

E allora, oggi, prendere il corpo di Cristo e mangiarlo, bere il sangue di Cristo, adorarli e portarli in processione significa anche prendere in noi i nostri fratelli più piccoli nei quali Lui vuole identificarsi: i poveri, gli anziani, i soli, i sofferenti, gli immigrati, chiunque sia in qualsiasi genere di difficoltà.

Prenderli e farci responsabili di loro, attenti a ciascuno di loro perché Gesù, lo Sposo dell’umanità, si è dato, si è fatto Sposo dell’ultimo dei fratelli.

Mangiamo il corpo e il sangue del Signore, portiamo pure l’Eucaristia con tutti gli onori per le nostre strade ma ricordiamoci che ciò chiede coerenza, risposta di amore a Colui che si dà per noi. Richiede risposta di amore verso tutti coloro nei quali Lui si identifica e che attratti dal Suo amore sono in cammino con noi e speriamo che grazie alla nostra testimonianza di vita eucaristica siano in cammino anche con Lui.

Lui, sicuramente, vuole andare incontro anche a loro. Oggi ci chiede di procedere con Lui in una processione continua di amore verso di loro affinché attratti dall’Amore possano un giorno avere in eredità la vita eterna e bere il frutto della vite, ossia essere inebriati di gioia, nel regno di Dio. Amen.

+ Mauro Parmeggiani

   Vescovo di Tivoli

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi l'uso.