Messa del Crisma: il messaggio dell'Ufficio Liturgico della Diocesi In evidenza

Messa del Crisma, Diocesi di Tivoli Messa del Crisma, Diocesi di Tivoli

MESSA DEL CRISMA 2019

Giovedì Santo 18 aprile 2019 alle ore 10.00

nel Santuario di Nostra Signora di Fatima in San Vittorino Romano

Sua Ecc. za Mons. Mauro Parmeggiani, Vescovo di Tivoli e di Palestrina,

presiederà la Messa del Crisma.

 

 

La Chiesa tiburtina, celebra la Messa del Crisma. Radunata in preghiera, riceve grazia e pace (cfr. Ap 1,4) dalla Trinità:

dal Padre, dallo Spirito Santo, da Gesù Cristo, coinvolti insieme nel portare avanti il progetto creativo e salvifico per l’umanità.

Dopo aver ascoltato questo augurio benedicente, ha come un sussulto di gioia quando sente nominare Gesù Cristo. La

celebrazione di questa eucaristia presieduta dal Vescovo insieme a tutti i presbiteri, è segno della risposta entusiasta, che si

esprime elevando la preghiera di lode a colui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, che ha fatto di noi

un regno, sacerdoti per il suo Dio e Padre. A lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. (Ap 1,5b-6)

Avvolti così dall’amore di Cristo, ci sentiamo liberati dai legami del peccato e possiamo proclamarci regno di Gesù Cristo,

appartenenti totalmente a Lui. Riconosciamo la grande missione che ci è stata affidata con il Battesimo, e con il sacerdozio

ministeriale, di portare nel mondo la presenza di Dio.

La nostra preghiera sia lode a Dio per il suo amore, per il dono di Gesù Cristo, che ci ha portato forza, speranza e salvezza,

significate dal fluire dei sacri Oli.

L’amen finale (Ap 1, 6) sia impegno a fare della nostra vita un inno di lode a Cristo.

Indicazioni per la Celebrazione

-

- I presbiteri concelebranti si ritroveranno alle ore 9,30 presso la sala “Cuore Immacolato di Maria” (dove si svolgono le

assemblee del clero) per rivestire sul camice proprio la stola e la casula bianca che troveranno a disposizione e, alla

processione introitale dopo il bacio dell’altare, prenderanno il posto loro assegnato, al di sotto del presbiterio.

- Il vicario generale, il vicario episcopale per la vita consacrata, i vicari foranei e il cancelliere rivestiranno sul camice

proprio la stola e la casula nella sala “Cuore Immacolato di Maria”. Alla processione introitale, dopo il bacio dell’altare,

prenderanno posto sul presbiterio nei posti assegnati.

- Gli Oli, recati dai Diaconi, verranno accompagnati alla processione offertoriale: l’olio per il Crisma da due cresimandi

adulti; l’olio per i Catecumeni dai catecumeni Mohamed Alani, della comunità parrocchiale San Nicola di Bari in San Polo dei

Cavalieri, e Doriana Balilaj della comunità parrocchiale Sacro Cuore di Gesù in Guidonia; l’olio per gli Infermi da due

volontari dell’UNITALSI sottosezione di Tivoli.

Insieme agli Oli, al Pane e al Vino e all’acqua, nella processione offertoriale verranno recate da un rappresentante per

ciascuna Vicaria le offerte raccolte nelle parrocchie in occasione della Giornata Diocesana della Carità. I rappresentanti, scelti

dai Vicari foranei e comunicati a Suor Giovanna Boer entro il 12 aprile (cell. 345 1237132 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) si

ritroveranno alle ore 9.00 nella sacrestia del santuario per ricevere indicazioni.

- Il Vescovo al termine consegnerà gli Oli a tre parroci in rappresentanza di tutti i presbiteri: don Angelo Maria Cottarelli,

parroco di San Michele Arc. e San Sebastiano M. in Castel Madama; don Luca Rocchi, parroco di San Silvestro papa in Villa

Adriana; padre Bernard Hylla, CR, amministratore parrocchiale di San Giovanni Ev. in Montecelio.

-

- I parroci, o i loro incaricati, dopo la celebrazione ritireranno gli Oli dagli accoliti presso le tre uscite del Santuario: per le

parrocchie della prima e quinta vicaria, l’uscita laterale che dà sul parcheggio; per le parrocchie della seconda e terza vicaria,

l’uscita centrale; per le parrocchie della quarta vicaria, l’uscita laterale che dà sul piazzale della casa delle suore. Si rammenta

che non è appropriato conservare gli Oli in bottigliette o vasi non dignitosi. I parroci abbiano cura di trattare con rispetto gli

Oli Santi e con diligenza custodirli in luogo opportuno in chiesa. Ogni anno nell’imminenza della Messa Crismale i presbiteri

devono bruciare gli Oli avanzati, pulire accuratamente i vasi che li contenevano per poter essere riempiti dei nuovi Oli

benedetti. È significativo infine che durante la celebrazione della Messa vespertina della Cena del Signore siano accolti

solennemente nelle Comunità.

-

- I diaconi Alberto Coletta, Giuseppe Volpini, Vincenzo Forte, Ferruccio Giacomini, Maurizio Sgaramella, i seminaristi, il

servizio liturgico, si ritroveranno martedì 16 aprile alle ore 19.00 in Santuario per un incontro organizzativo.

- Gli altri diaconi, recando con sé l’alba e la dalmatica bianca personali, si ritroveranno alle ore 9,30 presso la sala “Cuore

Immacolato di Maria” per prendere parte alla processione d’ingresso e alla celebrazione.

- Gli accoliti, con l’alba propria, distribuiranno gli Oli dopo l’eucaristia nelle tre postazioni indicate. Si ritroveranno alle ore

9.00 nella sacrestia del Santuario per ricevere indicazioni.

- I consacrati non concelebranti, le consacrate e i fedeli laici prenderanno posto in Santuario.

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi l'uso.