54° Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni, il messaggio del Vescovo di Tivoli In evidenza

Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni, in vista dell'appuntamento del 7 maggio il Vescovo di Tivoli Mauro Parmeggiani si è rivolto alla Diocesi con una lettera speciale.

 

A tutti i sacerdoti,

diaconi permanenti,

consacrati e consacrate,

fedeli della DIOCESI DI TIVOLI

Carissimi,

                  domenica 7 maggio p.v., IV Domenica di Pasqua – detta del Buon Pastore -, con tutta la Chiesa celebreremo la 54ͣ GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI che, nella nostra Diocesi, coinciderà anche con la GIORNATA PER IL SEMINARIO.

         Papa Francesco ha già indirizzato, il 27 novembre scorso, un Messaggio per la Giornata Mondiale dal titolo “Sospinti dallo Spirito per la missione”. In esso egli invita tutti ad “implorare dall’alto nuove vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata” poiché “Il popolo di Dio ha bisogno di essere guidato da pastori che spendono la loro vita al servizio del Vangelo”.

         Facendo mio il suo appello anche io, pertanto, chiedo alle comunità parrocchiali, alle associazioni e ai numerosi gruppi di preghiera presenti nella Chiesa - contro la tentazione dello scoraggiamento che potrebbe derivare da un numero esiguo di vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata -: “continuate a pregare il Signore perché mandi operai nella sua messe e ci dia sacerdoti innamorati del Vangelo, capaci di farsi prossimi con i fratelli ed essere, così, segno vivo dell’amore misericordioso di Dio”.

         Per grazia di Dio, nella nostra Chiesa Tiburtina, da alcuni anni non mancano i giovani che – originari delle nostre terre - si stanno preparando al sacerdozio:

sei lo stanno facendo presso il Pontificio Seminario Regionale di Anagni,

uno presso il Collegio Redemptoris Mater di Roma.

Altri giovani sono in cammino di discernimento e, sono sicuro, che nelle loro comunità parrocchiali o aggregazioni laicali stanno domandandosi, aiutati da buoni accompagnatori spirituali, come porsi al servizio totale di Dio e del prossimo per la via del sacerdozio o della vita consacrata.

         In occasione della prossima Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni invito pertanto tutti a pregare personalmente e comunitariamente per il dono delle vocazioni di speciale consacrazione nella Chiesa ed in particolare nella nostra Chiesa Tiburtina.

         Che la nostra preghiera sia fiduciosa poiché Dio supera sempre le nostre aspettative e ci sorprende con la sua generosità. In ginocchio, imploriamo tutti in quel giorno il dono dello Spirito Santo, e quotidianamente alimentiamo la vita cristiana con l’ascolto della Parola di Dio, la relazione personale con il Signore nell’adorazione eucaristica, “luogo” privilegiato di incontro con Dio e lì chiediamo il dono delle vocazioni sacerdotali e di vita consacrata.

         Ai sacerdoti, in particolare, chiedo di mostrare quanto siano felici nell’aver detto sì al Signore che li ha scelti con tanto amore, non per compiere una serie di doveri, ma per uscire – come ha detto il Papa – con rinnovato entusiasmo missionario dai “sacri recinti del tempio, per permettere alla tenerezza di Dio di straripare a favore degli uomini (cfr Omelia alla Santa Messa del Crisma, 24 marzo 2016). “La Chiesa – ricorda Papa Francesco – ha bisogno di sacerdoti così: fiduciosi e sereni per aver scoperto il vero tesoro, ansiosi di andare a farlo conoscere con gioia a tutti! (cfr Mt 13,44)”.

         Ai giovani rivolgo l’invito a guardare sempre alla attuale figura di Gesù che mai vien meno alle sue promesse, che non manca mai di parola, nel quale si può riporre tutta la nostra fiducia. A tutti i giovani chiedo con il Papa di lasciarsi interrogare dalle parole e dai gesti di Gesù e, infine, di sognare, grazie a Lui, una vita pienamente umana, lieta di spendersi nell’amore.

         Nello stesso tempo ricordo ai Parroci, Rettori di Santuari e Chiese, Cappellani, ecc. che il 7 maggio p.v., celebrandosi in Diocesi anche la Giornata diocesana per il Seminario, le offerte delle Sante Messe dovranno essere tutte devolute obbligatoriamente (cfr Can. 1266 del C.I.C.) alla Curia Vescovile “Per i nostri seminaristi”.

         Grato per la generosa risposta all’invito alla preghiera e alla colletta che sono sicuro perverrà da parte di ogni comunità di fedeli che si riunisce nelle chiese e negli oratori della Diocesi, colgo l’occasione per porgere a tutti un cordiale saluto invocando la benedizione del Signore

Dato il Tivoli, il 22 aprile 2017

Sabato dell’Ottava di Pasqua

                                   

                                                                        + Mauro Parmeggiani

                                                                            Vescovo di Tivoli   

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi l'uso.