Giornata dei Poveri e Raccolta alimentare, due importanti appuntamenti per la Diocesi di Tivoli In evidenza

Carissimi,

 

mentre vi ricordo che domenica prossima, 18 novembre 2018, con tutta la Chiesa siamo invitati da Papa Francesco a celebrare la II Giornata Mondiale dei Poveri in occasione della quale il Papa ha pubblicato un Messaggio dal titolo: “Questo povero grida e il Signore lo ascolta” circa il quale vi invito a riflettere insieme alle vostre comunità, desidero ricordarvi fin da ora che domenica 15 dicembre 2018 celebreremo a livello diocesano la Colletta alimentare per i tanti poveri e bisognosi della nostra comunità diocesana.

In questo tempo dove purtroppo i poveri sono sempre in maggior numero e sempre meno sono gli aiuti alimentari e di prodotti sanitari e per l’igiene provenienti dalle istituzioni,  siamo fortemente invitati, come ci ricorda anche Papa Francesco nel Messaggio citato, a far sì che, nei limiti dell’umano, chiunque crede in Dio , possa fare come Lui verso il povero che grida: ascoltarlo e rispondergli fattivamente perché nessun povero pensi che il suo grido è caduto nel vuoto.

Come da programma pastorale e continuando una bella usanza iniziata quattro anni or sono, in accordo con la Caritas Diocesana, indìco pertanto in tutta la Diocesi una COLLETTA ALIMENTARE che avrà luogo sabato 15 dicembre 2018 alla quale chiedo di far partecipare specialmente in giovani, i ragazzi ormai giunti verso il termine del cammino di Iniziazione Cristiana insieme ai loro genitori, catechisti e tutti coloro che lo vorranno sapendo che, come ci ricorda il Vangelo saremo giudicati sulla carità compiuta verso il nostro prossimo.

Vi esorto pertanto a domandare a tutti i ragazzi e giovani delle parrocchie – dai cresimandi o cresimati in su – di rendersi disponibili nella giornata di sabato 15 dicembre a realizzare una colletta alimentare secondo quanto sarà disposto dalla Caritas Diocesana.

I partecipanti, segnalati da una apposita scheda, se minorenni dovranno avere il permesso dei genitori ed essere accompagnati da alcuni genitori o dai loro catechisti. A gruppi e secondo turni prestabiliti, essi si recheranno davanti ai centri commerciali o ai negozi delle zone loro assegnate (nei piccoli paesi davanti ai negozi di generi alimentari, farmacie, profumerie, ecc. nelle città davanti ai vari centri commerciali, ecc.) per chiedere a chi entrerà nei negozi di acquistare uno o più prodotti per i poveri (latte UHT, pasta di grano duro, riso. Biscotti, zucchero, pomodori pelati, olio di oliva, tonno, legumi in scatola, pannolini, omogeneizzati, detersivi, saponette…) secondo un elenco che verrà sempre messo a disposizione dalla Caritas Diocesana. I partecipanti alla colletta indosseranno un fratino di riconoscimento che la Caritas farà avere nelle singole parrocchie che lo richiederanno. Tutto sarà raccolto in appositi contenitori che saranno stoccati in alcuni luoghi comuni e nei giorni successivi il frutto della colletta verrà distribuito alle parrocchie per le necessità dei poveri del proprio territorio.

Il momento andrà preparato tramite una opportuna catechesi ed un momento di preghiera che si svolgerà previamente al 15 dicembre. Durante le S.Messe di domenica 16 dicembre i ragazzi e giovani che avranno partecipato all’iniziativa potranno portare alcuni prodotti raccolti al momento della presentazione dei doni e raccontare ai fedeli quanto è stato fatto.

Ideale sarebbe che in ogni parrocchia uno o più laici adulti, caso mai i responsabili delle Caritas parrocchiali, i Vicari parrocchiali, i diaconi, le religiose, i seminaristi, i catechisti… si prendessero, in accordo con i Parroci, la responsabilità del coordinamento dell’iniziativa.

A livello diocesano il coordinamento dell’iniziativa è affidato al Direttore della Caritas Diocesana, Sig. Virgilio Fantini.

A questa mia unisco una lettera che fotocopiata, recante la firma e il timbro della singola parrocchia, ogni Parroco dovrà fare avere entro il 5 dicembre ad ogni esercizio commerciale presso il quale si vorrà realizzare la raccolta ed una scheda da consegnare quanto prima alla Caritas Diocesana per organizzare la colletta. I Parroci sono pregati poi di segnalare alla Caritas gli esercizi commerciali che si saranno resi disponibili. 

Sono certo che questa iniziativa vedrà la partecipazione attiva di molti, aiuterà a vivere la vita cristiana con attenzione all’altro e a prolungare quel bello spirito di carità che ormai da alcuni anni si vive nella nostra Diocesi in quella giornata e ci aiuterà ad approfondire il Messaggio della ormai prossima II Giornata Mondiale dei Poveri. Inoltre essa permetterà di creare altre iniziative anche durante le vacanze di Natale (ad esempio, perché non chiedere ai ragazzi e ai giovani che siano loro stessi a portare i pacchi viveri o gli altri generi di prima necessità nelle case di poveri ed anziani? Una visita, porsi in ascolto dei bisognosi e degli anziani, insieme a un aiuto concreto faranno bene non solo a chi riceverà ma anche a chi avrà dato un po’ di tempo per i fratelli e quindi per il Signore).

Auspico un’ampia partecipazione giovanile e di tutti i cristiani in genere e fin d’ora accompagno lo sperato buon esito dell’iniziativa con la preghiera mentre a tutti porgo un cordiale saluto 

✠ Mauro Parmeggiani

                                    Vescovo di Tivoli

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi l'uso.